mihai@ortodossi.ch

“Dio è amore”

Sappiamo tutti che l’amore è il cuore della dottrina e della vita cristiana. Ma sappiamo anche che cos’è l’amore cristiano? “Dio è amore”, ha scritto l’apostolo Giovanni nella sua Prima Lettera (4, 8 e 16), e già da questa affermazione possiamo capire che l’amore di cui parla non è un sentimento e ha soltanto una certa analogia con ciò a cui abitualmente diamo questo nome.

Sulla base delle Scritture tenterò di svolgere qualche rif lessione su questo tema difficile, considerando per cominciare la parola del Signore riportata in Giovanni 17, 20-26:

“Non prego solo per questi [gli apostoli], ma anche per quelli che per la loro parola crederanno in me, perché tutti siano uno: come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi, affinché il mondo creda che mi hai inviato. E la gloria che hai dato a me, io l’ho data a loro, perché siano uno

come noi siamo uno. Io in loro e tu in me, perché siano perfetti nell’unità e il mondo conosca che tu mi hai inviato e li hai amati come hai amato me. Padre, quelli che mi hai dato voglio che dove sono io anch’essi siano con me, perché contemplino la mia gloria, quella che mi hai dato, poiché mi hai amato prima della fondazione del mondo. Padre giusto, il mondo non ti ha conosciuto, ma io ti ho conosciuto e questi hanno conosciuto che tu mi hai mandato, e io ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere, affinché l’amore con il quale mi hai amato sia in essi e io in loro.”

Il tema dell’amore si intreccia qui con quello dell’unità del Padre e del Figlio e, attraverso il Figlio, dell’unità in Dio di tutti i suoi figli. Dio è uno (Dt 6, 4; Ef 4, 6; Gc 2, 19) e questa unicità, che fa sì che siano uno innanzitutto le persone della Santa Trinità, chiama all’unità tutti gli uomini. San Giovanni dice che “Dio è amore” anche perché l’amore è una forza che unisce. L’amore di Dio unisce il Padre al Figlio e unisce gli uomini a Dio e tra di loro.

Non è un caso che il nemico di Dio sia chiamato “Diavolo”. Il termine greco diábolos – dal verbo diabállo, che tra i suoi significati ha anche quello di “dividere” e “litigare” – può infatti essere tradotto anche come “colui che divide”. Il Diavolo è colui che divide ciò che Dio vuole sia unito.

Pubblicazioni simili